Benvenuto Visitatore ( Connettiti | Registrati )


  Reply to this topicStart new topicStart Poll

> Io Raimondo Montecuccoli condottiero e fantasma
Ulli
Inviato il: Martedì, 05-Lug-2016, 19:31
Quote Post



Group Icon

Gruppo: Regia Marina
Messaggi: 340
Utente Nr.: 91
Iscritto il: 05-Set-2014



user posted image

TITOLO: Io Raimondo Montecuccoli Condottiero e Fantasma
AUTORE: Nesi Sergio
EDITORE: Edizioni Digigraf
ANNO DI PUBBLICAZIONE: Luglio 2011
PAGINE: 402 con alcune foto in b/n e cartine
PREZZO: € 28
REPERIBILITA': Media

COMMENTO E GIUDIZIO

Devo proprio dire che questo ultimo libro che ho letto è proprio particolare, scritto in un modo davvero originale per un testo storico. L'Autore, Sergio Nesi, era un giovane ufficiale di Marina imbarcato sull'Incrociatore Raimondo Montecuccoli dal giugno 1940 fino al marzo 1943, con l'incarico di I° Direttore di tiro contraereo e III° Direttore di Tiro. Il libro risulta diviso in due parti ben distinte ma indissolubilmente legate: la prima descrive la vita terrena del condottiero Raimondo Montecuccoli, al servizio dell'Impero Asburgico durante la guerra dei trent'anni sia come illustre soldato che come abile diplomatico; la seconda descrive le esperienze vissute dal Tenente di Vascello Nesi durante il suo imbarco sull'omonimo incrociatore (nel testo si nasconde dietro lo pseudonimo di Sergio Rocca). La particolarità, a cui accennavo prima, è che il testo è narrato dal fantasma di Montecuccoli, uno spirito che racconta la sua vita come Montecuccoli nel 1600 e che 4 secoli dopo viene incaricato dall'Essere Supremo di vigilare sulla nave che porta il suo nome e il suo quadro "sforacchiato".
Il volume risulta di scorrevole e piacevole lettura in entrambe le sue parti, inoltre fornisce un colpo d'occhio sulla vita quotidiana a bordo di una grande unità della Regia Marina in guerra, non mancano episodi ironici, goliardici e purtroppo tragici. Nel testo sono presenti nomi molto noti per chi s'intende di marina quali Da Zara, Arturo Solari, Unger di Lowenberg, solo per citare coloro che hanno avuto a che fare strettamente col Montecuccoli ed inoltre fornisce un punto di vista "interno" su alcuni avvenimenti della nostra guerra quali ad esempio il bombardamento di Napoli del giorno di Santa barbara 1942, le incessanti scorte ai convogli ed altro.
Molto interessanti, tra l'altro, alcuni giudizio personali dell'Autore su alcuni protagonisti della nostra guerra navale come ad esempio la poca considerazione dei Cti. Zannoni e Solari, per passare all'adorazione per Da Zara o ancora l'astio nei confronti di Oliva, chiamato a sostituire il "Loro Ammiraglio".
Un libro davvero piacevole che mi sento di consigliare.


--------------------
Only Number Can Annihilate
PMEmail Poster
Top
Franco60
Inviato il: Martedì, 05-Lug-2016, 21:26
Quote Post



Group Icon

Gruppo: Regia Marina
Messaggi: 1089
Utente Nr.: 115
Iscritto il: 01-Mag-2015



Deve essere un libro davvero singolare. Grazie Ulli per avercelo fatto conoscere smile.gif
PMEmail Poster
Top
Adv
Adv















Top
Ulli
Inviato il: Martedì, 05-Lug-2016, 23:03
Quote Post



Group Icon

Gruppo: Regia Marina
Messaggi: 340
Utente Nr.: 91
Iscritto il: 05-Set-2014



QUOTE (Franco60 @ Martedì, 05-Lug-2016, 20:26)
Deve essere un libro davvero singolare. Grazie Ulli per avercelo fatto conoscere  smile.gif

Hai proprio usato un termine giusto, Franco, é davvero singolare.

Ma non per questo meno godibile ed avvincente anche se questo fantasmino era "un po' tutto lui" laugh.gif

Alcune chicche sono davvero succose tipo quella sul Cte. Solari a Pantelleria, ma non so se sia veritiera, quando all'apertura del fuoco egli si rifugiò entro il torrione corazzato dell'allora ancora "centum oculi" esclamando "se muoio io chi rimane?", facendo dirigere a Unger di Lowenberg (Cte in II') il combattimento. Oppure quando durante un tiro contraereo in porto a Napoli diretto dall'autore, il comandante intimò di cessare il fuoco ricevendo la seguente risposta: "plancia non rompetemi i ********".
In effetti Nesi non nasconde assolutamente la sua avversione per i comandanti del Montecuccoli da Zannoni fino a Mori Ubaldini (quando imbarcò, Nesi sbarcò) passando per Solari, sentimenti condivisi dall'equipaggio.


--------------------
Only Number Can Annihilate
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 1 (1 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Reply to this topicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 0.2339 ]   [ 19 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]