Versione stampabile della discussione
Clicca qui per visualizzare questa discussione nel suo formato originale
Forum Regia Marina > Biografie - Biographies > Samurai!


Inviato da: Ulli il Sabato, 03-Ott-2015, 22:04
user posted image

Titolo: Samurai!
Autore/i: Saburo Sakai con la partecipazione di martin Caidin e Fred Saito
Editore: TEA
Pagine: 395
Anno di Pubblicazione: 2001
Prezzo: € 7.75

Con questa recensione, vi parlo di un volume, che quasi sicuramente conoscerete già, ma ci tengo particolarmente in quanto è uno dei libri che più mi hanno colpito, pensare che l'ho ricomprato dato che un parante me l'aveva rovinato... smiley245.gif

Altro non è che l'autobiografia del sottufficiale pilota (non ricordo il grado preciso)Saburo Sakai in forza al "Dai-Nippon Teikoku Kaigun Koku Hombu" ovvero la componente aeronautica della Marina Imperiale Nipponica dal 1937 fino al 1945, ovvero dalla guerra di cina fino alla fine della guerra nel Pacifico. E' un libro che si legge tutto d'un fiato, davvero molto avvincente ed inoltre, a mio parere, una testimonianza preziosa che fornisce una visione dal punto di vista nipponico degli eventi narrati, oltre ad offrire uno spaccato molto dettagliato e vivido, proprio perchè vissuto, della Marina Imperiale al suo massimo splendore, al pari del già recensito "Per Un Milione di Morti" di Tameichi Hara comandante di siluranti in servizio durante la Guerra del Pacifico anch'egli. Ripeto, il libro è bello dalla prima all'ultima pagina, a me personalmente mi ha molto impressionato, leggere dell'addestramento massacrante che veniva impartito ai piloti navali nipponici, tale che allo scoppio del conflitto gli aviatori imbarcati giapponesi potevano considerarsi i migliori al mondo (ma potrei essere smentito su quest'affermazione).
Dimostrando il suo eccezionale valore durante i combattimenti sul Pacifico, Sakai venne ferito in modo molto grave sopra Guadalcanal perdendo la vista da un occhio...ma ciò non gli impedì di abbattere fino al 45' altri 4 aerei, portando le sue vittorie accreditate a 64. Egli ha volato con alcuni tra i più grandi assi dell'aviazione mondiale, dei quali si fregiò orgoglioso della loro amicizia, assi del calibro di Nischizawa, Muto, Sugita e Sasai. Un libro consigliatissimo!!!

Inviato da: Iscandar il Domenica, 04-Ott-2015, 19:52
Sembrerebbe che per essere scelti dovevano vedere le stelle di giorno, me lo confermi?

Inviato da: Ulli il Lunedì, 05-Ott-2015, 01:16
Cosi riporta Sakai nelle sue memorie....oltre a stare appesi ad una pertica con una sola mano per 20 minuti,oppure saltare da un trampolino da diversi metri atterrando in piedi con annesse piroette......quasi non ci crederei se non fosse che sakai fu un pilota davvero eccezionale...vuoi il talento...ma anche l'addestramento avrà avuto il suo peso

Powered by Invision Power Board (http://www.invisionboard.com)
© Invision Power Services (http://www.invisionpower.com)