Benvenuto Visitatore ( Connettiti | Registrati )


  Reply to this topicStart new topicStart Poll

> La Capitanio
WinstonChurchill
Inviato il: Venerdì, 19-Ago-2016, 09:16
Quote Post


Administrator


Gruppo: Admin
Messaggi: 3920
Utente Nr.: 1
Iscritto il: 22-Giu-2012



user posted image
Link per ingrandire l'immagine: http://i68.tinypic.com/jaxoiv.jpg

Questa splendida imbarcazione, che qui appare in uno scatto del Prof. Pietro Bettoni (che ringrazio), venne costruita nel 1926, su ordinazione della Società di Navigazione a Vapore sul Lago d'Iseo, dalla Società Anonima Cantieri Cerusa di Voltri. Il nome prescelto, La Capitanio, le venne assegnato per celebrare il centenario della morte e la solenne beatificazione della loverese Bartolomea Capitanio, fondatrice dell'ordine delle suore della carità. Il piroscafo, completato nel 1927, venne quindi trasferito a Lovere dove prese servizio nel maggio dello stesso anno. Lo scafo, realizzato in lamiere chiodate, presentava una lunghezza di 24 m e una larghezza di 4 m. Inizialmente dotata di una macchina a vapore della potenza di 90 cv, che ne garantiva la propulsione su un'unica elica, La Capitanio subì, nel 1931, un importante refitting che portò alla sostituzione dell'originario apparato motore con un diesel della potenza di 120 cv realizzato dalla Tosi-Legnano. Nel 1932 la motonave venne ceduta alla Impresa Sebina di Navigazione. Nel corso del secondo conflitto mondiale non sembra che sia stata requisita e/o utilizzata dagli uomini della R.S.I. o dai tedeschi. Terminata la guerra se ne perdono le tracce [1] sino al 2004 allorché venne ritrovata in stato di abbandono e quindi restaurata. La motonave attualmente risulta appartenere al Sig. Domenico Paterlini. Una curiosità: il fumo che si vede uscire dal fumaiolo è prodotto, per scopi meramente coreografici, da una macchina per il ghiaccio.


[1] Alcune fonti, allo stato prive di riscontro, sostengono che nel 1955 sia stata ceduta alla società Luigi Busti S.r.l. di Bergamo che l'avrebbe trasformata in rimorchiatore e quindi posta in disarmo nel 1970.

Messaggio modificato da WinstonChurchill il Venerdì, 19-Ago-2016, 09:27


--------------------
“Success is the ability to go from one failure to another with no loss of enthusiasm”

user posted image user posted image
PMEmail Poster
Top
Miky
Inviato il: Venerdì, 19-Ago-2016, 09:43
Quote Post





Gruppo: Admin
Messaggi: 2050
Utente Nr.: 10
Iscritto il: 01-Lug-2012



Geniale l'idea di produrre vapore con la macchina del ghiaccio. Un restauro davvero ben riuscito.


--------------------
user posted image user posted image
PMEmail Poster
Top
Adv
Adv















Top
Nelson
Inviato il: Sabato, 20-Ago-2016, 12:55
Quote Post





Gruppo: Members
Messaggi: 964
Utente Nr.: 5
Iscritto il: 24-Giu-2012



mi pare che le modifiche apportate alle sovrastrutture rendano plausibile l'ipotesi di una sua trasformazione in rimorchiatore anche se il capo di banda e la murata sembrano un po' troppo alti nella zona poppiera. è curioso notare che durante il varo il piroscafo risultava ancora in fase di allestimento. in questa immagine si nota la mancanza del fumaiolo, del ponte di comando, il piano di calpestio del ponte appare ancora incompleto etc...

user posted image

user posted image
Crediti immagini Magnolini Simone - Lombardia Beni Culturali

Messaggio modificato da Nelson il Sabato, 20-Ago-2016, 13:28


--------------------
user posted image user posted image
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 1 (1 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Reply to this topicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 0.0898 ]   [ 19 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]