Benvenuto Visitatore ( Connettiti | Registrati )


  Reply to this topicStart new topicStart Poll

> Primo dossier sulla Marina Militare Russa
Franco60
Inviato il: Martedì, 29-Dic-2015, 14:37
Quote Post



Group Icon

Gruppo: Regia Marina
Messaggi: 1163
Utente Nr.: 115
Iscritto il: 01-Mag-2015



Pubblicato (dopo 24 anni) il primo dossier sulla Marina Militare della Federazione Russa

user posted image
Office of Naval Intelligence (ONI) report, The Russian Navy – A Historic Transition
(Fonte: news.usni.org)

(estratto da un articolo di difesaonline.it)
"A 24 anni di distanza dall’ultimo dossier effettuato dall’intelligence della Marina degli Stati Uniti, un nuovo documento è stato redatto e reso pubblico (ndr: per giustificare ulteriori e onerosi esborsi del contribuente?). L'Office of Naval Intelligence smise di pubblicare la propria relazione annuale nel 1991, a seguito del crollo dell’Unione Sovietica. Da quel momento, gli USA si convinsero che Mosca non avrebbe mai potuto riportare in auge l’intero asset navale. Un concetto per certi versi coerente con il disastro economico che sancì la fine della Guerra Fredda, ma che fu stravolto dall’arrivo di Putin che avviò la ricostruzione dell’intera flotta. L’invasione lampo della penisola di Crimea, nei primi mesi del 2014, ha probabilmente sancito il ritorno della Marina Militare russa (Voenno-Morskoj flot Rossijskoj Federacii). Quell’episodio spinse il Pentagono ad investire analisti e risorse nella stesura del report sulle nuove capacità del Cremlino. Ironia della sorte. L’ultima relazione dell’Intelligence della US NAVY si concludeva con un piccolo passaggio: “L’Unione Sovietica sta sviluppando nuove e potenti munizioni intelligenti chiamate Kalibr. Se entrasse in servizio, quel sistema conferirebbe enormi capacità strategiche al Cremlino, ad oggi raggiunte soltanto dalla nostra Marina”. Il 18 novembre scorso il sottomarino "Rostov-on-Don" ha lanciato l'intera salva di missili da crociera “Kalibr 3M54” imbarcata contro obiettivi nemici nei pressi della città siriana di Raqqa. Il “Rostov-on-Don” è di fatto entrato nella storia della Marina russa per essere stato il primo sottomarino ad aver lanciato missili da crociera contro obiettivi nemici reali"

REPORT: The Russian Navy – A Historic Transition

Fonti: news.usni.org, difesaonline.it, defense-aerospace.com, nationalinterest.org, dailymail.co.uk, cimsec.org, military.com, sputniknews.com

Credo di possedere ancora da qualche parte i dossier sulle capacità delle forze armate sovietiche che RID pubblicava come speciali tra la fine degli anni '80 e gli inizi degli anni '90. Trovo alquanto singolare che per ben 24 anni la Marina russa, e le capacità tecnologiche che ci stavano dietro, siano state considerate "con sufficienza" dagli analisti delle diverse amministrazioni che si sono succedute a Reagan. Magari mi sbaglio, ma da semplice appassionato di storia e strategia riscontro che la talassocrazia si conservi innanzitutto non sottovalutando il potere marittimo altrui. Sotto Boris Eltsin & C lo potevo anche comprendere, ma l'era dello "zio keglevich" è durata solo 8 anni, non 24.

Per chi fosse interessato ad approfondire la tematica posto alcuni link relativi alla Dottrina Navale Russa recentemente rivista e aggiornata (Luglio 2015).
Alcuni analisti affermano che l'aggiornamento, più che una vera e propria dottrina di impiego della Marina, appare più un documento programmatico sulle nuove costruzioni e sull'individuazione delle aree strategiche da difendere.

Fonti: janes.com, jamestown.org, limesonline.com, thesentinel.ca, navyrecognition.com, tass.ru

Messaggio modificato da Franco60 il Martedì, 29-Dic-2015, 14:40
PMEmail Poster
Top
Franco60
Inviato il: Lunedì, 05-Set-2016, 02:38
Quote Post



Group Icon

Gruppo: Regia Marina
Messaggi: 1163
Utente Nr.: 115
Iscritto il: 01-Mag-2015



Aperto il Russia Maritime Studies Institute presso l'U.S. Naval War College

user posted image
(photo by US Navy)

Lo scorso 31 Agosto l'U.S. Naval War College (NWC) ha inaugurato il Russia Maritime Studies Institute (RMSI) presso il Rhode Island campus a Newport, con il compito di comprendere meglio il ruolo in espansione della Russia nel contesto marittimo mondiale.
Secondo Michael Petersen, fondatore e direttore di RMSI, l'apertura di questo Istituto è una parziale risposta alla rinascita militare russa che ha permesso a Mosca di affermarsi in Ucraina, Siria e altrove, così come è dettata dalla necessità di comprendere meglio i fattori che guidano la dirigenza russa nel prendere decisioni su questioni marittime...

Maggiori dettagli su: navaltoday.com
PMEmail Poster
Top
Adv
Adv















Top
Franco60
Inviato il: Giovedì, 15-Set-2016, 00:18
Quote Post



Group Icon

Gruppo: Regia Marina
Messaggi: 1163
Utente Nr.: 115
Iscritto il: 01-Mag-2015



Wake up!

user posted image
Esercitazione Caucaso 2016

Condivido questa interessante analisi sulle recenti attività militari russe appena redatta da un docente dell'U.S. Naval War College.
Tra le righe, contiene delle "disarmanti" affermazioni circa il monitoraggio per decenni dell'ex nemico considerato ormai crollato, battuto e assimilato.

"Russia, as Winston Churchill and others have noted, is particularly enigmatic. This is only heightened by the fact that Western Europe and the United States have not produced a cohort of Russia-focused strategists since the mid-1990s. Academic and government institutions that produced droves of Soviet Union specialists during the Cold War are as empty as the runways of former U.S. air bases in England and Western Europe. What was the academic-industrial scale production of “Russia hands” has, at best, become a boutique or niche product."...

e conclude con: "Strategists should not sound the tocsin of excessive alarm, but the peace dividend has run out, and we need to get back to the business of studying how to engage and deal with a newly capable and assertive Russia."

Leggi l'articolo completo su: news.usni.org

VIDEO esercitazione Caucaso 2016
(video del Ministero della Difesa russo via YouTube)

Messaggio modificato da Franco60 il Giovedì, 15-Set-2016, 00:24
PMEmail Poster
Top
Franco60
Inviato il: Sabato, 22-Apr-2017, 16:44
Quote Post



Group Icon

Gruppo: Regia Marina
Messaggi: 1163
Utente Nr.: 115
Iscritto il: 01-Mag-2015



Parrebbe che nel Congresso USA qualcuno si stia preoccupando anche per il crescente apparato militare del Dragone:

Congressional request for proposal solicits expert report on chinese weapons
(Fonte: nationalinterest.org)
PMEmail Poster
Top
Franco60
Inviato il: Venerdì, 21-Lug-2017, 18:37
Quote Post



Group Icon

Gruppo: Regia Marina
Messaggi: 1163
Utente Nr.: 115
Iscritto il: 01-Mag-2015



I fondamenti della politica navale statale della Russia fino al 2030

user posted image
(document by pravo.gov.ru)

Lo scorso 20 Luglio 2017 il presidente russo Vladimir Putin ha approvato un documento intitolato "I fondamenti della politica navale statale della Russia fino al 2030" ... nel quale si cita tra le altre cose: "La Russia non permetterà una superiorità significativa delle forze navali di altri Stati sulla Marina russa e cercherà di consolidare il suo secondo posto nel mondo nelle capacità di combattimento."

(Fonte: bmpd.livejournal.com, marineforum.info)

PDF Fundamentals of Russia’s State Naval Policy Through 2030
(Fonte: pravo.gov.ru)

Un aggiornamento:

Presidential Decree Calls for More Cruise Missiles and Balanced Fleet for Russian Navy
(Fonte: navyrecognition.com)

e un'analisi sulla nuova Dottrina Navale:

Nouvelle doctrine navale russe : quid novi ?
(Fonte: rusnavyintelligence.com)

Messaggio modificato da Franco60 il Domenica, 03-Set-2017, 18:11
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 1 (1 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Reply to this topicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 0.3819 ]   [ 19 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]