Benvenuto Visitatore ( Connettiti | Registrati )


  Reply to this topicStart new topicStart Poll

> Nave Magnaghi ha terminato il rilievo, delle secche di Ugento
WinstonChurchill
Inviato il: Giovedì, 08-Nov-2012, 18:00
Quote Post


Administrator


Gruppo: Admin
Messaggi: 3920
Utente Nr.: 1
Iscritto il: 22-Giu-2012



Una notizia interessante per gli amici salentini:


"Nave Magnaghi: terminato il rilievo delle secche di Ugento
6 novembre 2012 07.43

Nave Ammiraglio Magnaghi, unità idrografica d’altura della Marina Militare, nell'ambito della Campagna Idrografica 2012, dopo 45 giorni di attività ha concluso il rilievo batimetrico delle Secche di Ugento (30 miglia a sud di Gallipoli).
L'unità, al comando del Capitano di Fregata Marco Grassi, nel Golfo di Taranto ha svolto un’intensa attività di rilievi idrografici, oceanografici e topografici del litorale, finalizzati alla raccolta dei dati batimetrici e ambientali, con i quali procedere all’aggiornamento della documentazione nautica.
La zona delle secche di Ugento è parte di un’area marina protetta, dalle caratteristiche singolari sia dal punto di vista biologico che morfologico. Il tratto di costa jonica oggetto dello scandagliamento si trova infatti all’interno del “Parco Naturale Regionale Litorale di Ugento”, istituito nel 2007. La presenza di secche e bassi fondali rende la definizione dell’andamento batimetrico di particolare importanza ai fini della sicurezza di chi va per mare.
L’attività di scandagliamento è avvenuta utilizzando due imbarcazioni in vetroresina ad idrogetto dotate di sistemi di acquisizione acustica multifascio, e specifiche per la raccolta di dati riguardanti la morfologia del fondale marino in profondità medio-basse. I dati saranno successivamente utilizzati dall’Istituto Idrografico della Marina di Genova, per la produzione e l’aggiornamento delle carte nautiche, sia in formato cartaceo che elettronico, e degli altri documenti nautici che costituiscono il corredo indispensabile di tutti i naviganti.
Le immagini che seguono mostrano le variazioni di fondale corrispondono all'andamento batimetrico, alle variazioni di fondale determinate con gli ecoscandagli a fascio multiplo.
Il colore rosso corrisponde a fondali bassi, fino ai due metri, limite ultimo per la nostra acquisizione.
Alla superficie scandagliata è stata associata la "ortofoto" (immagine rilevata da aereo) del litorale pugliese, in modo tale da contestualizzare i fondali determinati in prossimità della costa. 05 NOV 2012 - Agg. 06 NOV"

user posted image

user posted image

user posted image

user posted image

Articolo e immagini tratti da: http://www.marina.difesa.it/Conosciamoci/N...6_magnaghi.aspx


--------------------
“Success is the ability to go from one failure to another with no loss of enthusiasm”

user posted image user posted image
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 1 (1 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Reply to this topicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 0.1274 ]   [ 19 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]