Benvenuto Visitatore ( Connettiti | Registrati )


  Reply to this topicStart new topicStart Poll

> Carlo Fecia di Cossato, l'uomo, il mito e il marinaio
 
Vota il volume
Indispensabile - Essential [ 0 ]  [0.00%]
Consigliata - Recommended [ 3 ]  [100.00%]
Accettabile - Fair [ 0 ]  [0.00%]
Sconsigliata - Not Recommended [ 0 ]  [0.00%]
Vade retro Satana - Horrible [ 0 ]  [0.00%]
Voti Totali: 3
I visitatori non possono votare 
WinstonChurchill
Inviato il Domenica, 26-Ago-2012, 17:24
Quote Post


Administrator


Gruppo: Admin
Messaggi: 3920
Utente Nr.: 1
Iscritto il: 22-Giu-2012



user posted image

Titolo: Carlo Fecia di Cossato
Autore: Achille Rastelli
Casa editrice: Mursia
Anno di edizione: 2001
Pagine: 158
Prezzo di copertina: € 15


Con questa breve recensione vorrei ricordare non solo il Comandante Carlo Fecia di Cossato, di cui domani ricorre il 68° anniversario dalla morte, ma anche l'Autore Achille Rastelli recentemente scomparso. Ho sempre ritenuto che le qualità di uno Storico si possano apprezzare soprattutto quando si confronta con l'archetipo dell'Eroe, cioè quella figura umana che smessi i panni terreni diviene, nell'immaginario colletivo, mito. Con il volume in oggetto Rastelli, dopo avere inquadrato le gesta di questo Comandante nel contesto bellico di riferimento, per nulla sedotto dalla tentazione di scadere in una facile retorica di maniera, affronta a viso aperto la figura di Carlo Fecia Di Cossato restituendoci il ritratto di un uomo "raro nella storia" per cui "la fedeltà ad un ideale supremo era un concetto assoluto che non poteva essere barattato con alcun compromesso". Una lettura certamente consigliata.

Per non dimenticare il Com.te Carlo Fecia di Cossato ritengo opportuno riportare il testo della lettera, indirizzata alla madre, nella quale spiega le ragioni che lo spinsero ad assumere la drammatica decisione di togliersi la vita:

"Mamma carissima,
quando riceverai questa mia lettera, saranno successi dei fatti gravissimi che ti addoloreranno molto e di cui sarò il diretto responsabile. Non pensare che io abbia commesso quel che ho commesso in un momento di pazzia, senza pensare al dolore che ti procuravo. Da nove mesi ho soltanto pensato alla tristissima posizione morale in cui mi trovo, in seguito alla resa ignominiosa della Marina, resa a cui mi sono rassegnato solo perché ci è stata presentata come un ordine del Re, che ci chiedeva di fare l'enorme sacrificio del nostro onore militare per poter rimanere il baluardo della Monarchia al momento della pace. Tu conosci che cosa succede ora in Italia e capisci come siamo stati indegnamente traditi e ci troviamo ad aver commesso un gesto ignobile senza alcun risultato. Da questa triste constatazione me ne è venuta una profonda amarezza, un disgusto per chi mi circonda e, quello che più conta, un profondo disprezzo per me stesso. Da mesi, Mamma, rimugino su questi fatti e non riesco a trovare una via d'uscita, uno scopo alla vita.
Da mesi penso ai miei marinai del Tazzoli che sono onorevolmente in fondo al mare e penso che il mio posto è più con loro che con i traditori e i ladruncoli che ci circondano.
Spero, Mamma, che tu mi capirai e che, anche nell'immenso dolore che ti darà la notizia della mia fine ingloriosa, saprai sempre capire la nobiltà dei motivi che la guida. Tu credi in Dio, ma se c'è un Dio, non è possibile che non apprezzi i miei sentimenti che sono sempre stati puri e la mia rivolta contro la bassezza dell'ora. Per questo, Mamma, credo che ci rivedremo un giorno.
Abbraccia papà e le sorelle e a te, Mamma, tutto il mio affetto profondo e immutato. In questo momento mi sento molto vicino a tutti voi e sono certo che non mi condannerete. Charlot 21.08.44"
Tratta da: Achille Rastelli, "Carlo Fecia di Cossato - L'uomo, il mito, il marinaio", Mursia, Milano, pag. 150.

Messaggio modificato da Miky il Mercoledì, 10-Ott-2012, 22:24


--------------------
“Success is the ability to go from one failure to another with no loss of enthusiasm”

user posted image user posted image
PMEmail Poster
Top
Miky
Inviato il Domenica, 26-Ago-2012, 17:44
Quote Post





Gruppo: Admin
Messaggi: 2050
Utente Nr.: 10
Iscritto il: 01-Lug-2012



Italy2.gif


--------------------
user posted image user posted image
PMEmail Poster
Top
Adv
Adv















Top
WinstonChurchill
Inviato il Domenica, 26-Ago-2012, 17:59
Quote Post


Administrator


Gruppo: Admin
Messaggi: 3920
Utente Nr.: 1
Iscritto il: 22-Giu-2012



A Natale te lo regalo Miky winks.gif


--------------------
“Success is the ability to go from one failure to another with no loss of enthusiasm”

user posted image user posted image
PMEmail Poster
Top
Miky
Inviato il Domenica, 02-Set-2012, 07:55
Quote Post





Gruppo: Admin
Messaggi: 2050
Utente Nr.: 10
Iscritto il: 01-Lug-2012



Grazie. Cercherò di fare il bravo angel.png laugh.gif


--------------------
user posted image user posted image
PMEmail Poster
Top
WinstonChurchill
Inviato il Mercoledì, 28-Ago-2013, 23:53
Quote Post


Administrator


Gruppo: Admin
Messaggi: 3920
Utente Nr.: 1
Iscritto il: 22-Giu-2012



Anche quest'anno, in occasione del 69° anniversario dalla morte, avrei voluto ricordare la figura di Carlo Fecia di Cossato. Non avendo potuto soddisfare questo desiderio ieri lo faccio con un giorno di ritardo sfruttando la penna di Luciano Barca che nel suo bel volume "Buscando per mare con la Decima Mas" riporta un aneddoto molto curioso. Nel marzo del 1943 l'A. si trovava a La Spezia come ufficiale in seconda del sommergibile Ambra quando, nel corso di un bombardamento, incontrò il nostro Uomo a cui non difettava certo il sangue freddo:

user posted image

L'incrocio dove si incontrarono oggi si presenta così:

user posted image

user posted image

Barca stimava molto Di Cossato del quale prese anche le difese nel corso di una "chiassosa manifestazione" organizzata contro di lui all'Arsenale di Taranto:

user posted image


--------------------
“Success is the ability to go from one failure to another with no loss of enthusiasm”

user posted image user posted image
PMEmail Poster
Top
Miky
Inviato il Domenica, 01-Set-2013, 12:17
Quote Post





Gruppo: Admin
Messaggi: 2050
Utente Nr.: 10
Iscritto il: 01-Lug-2012



Se riuscissimo a stabilire dove si trovava l'albergo Concordia potremmo anche determinare il punto in cui si incrociarono. Il problema e che non sembra esistere più


--------------------
user posted image user posted image
PMEmail Poster
Top
incles
Inviato il Domenica, 01-Set-2013, 16:18
Quote Post



Group Icon

Gruppo: Regia Marina
Messaggi: 1452
Utente Nr.: 32
Iscritto il: 23-Feb-2013



QUOTE (Miky @ Domenica, 01-Set-2013, 11:17)
Se riuscissimo a stabilire dove si trovava l'albergo Concordia potremmo anche determinare il punto in cui si incrociarono. Il problema e che non sembra esistere più

A questo si può rimediare facilmente: basta trovare uno spezzino abbastanza stagionato laugh.gif

user posted image
http://i41.tinypic.com/2l3kh3.jpg

L'albergo, qui in una inserzione pubblicitaria postbellica) era situato all'angolo fra via Fiume e via Milano, a pochi metri dalla Stazione Centrale delle ferrovie, cui si accedeva percorrendo una breve scalinata. Chi allora arrivava col treno aveva due possibilità: scendere da questa scalinata, che conduceva rapidamente al Deposito ed a quello che oggi è il Comando in Capo, nonché al comprensorio che comprendeva la piazza d'armi, le caserme della fanteria e dell'artiglieria, poi distrutte dai bombardamenti, ovvero imboccare in discesa la via Paleocapa. arrivando in centro tramite piazza Saint Bon e Piazza Garibaldi, quella da cui ha origine il Viale Garibaldi (che avete riportato in fotografia). Questa era la via più breve, se pur di poco, per recarsi in Arsenale. Fra l'albergo e l'incrocio dove avvenne l'incontro corrono poche centinaia di metri.

user posted image
http://i42.tinypic.com/sxisev.jpg

quello che era un albergo non disprezzabile, da tempo ospita uffici dell'ASL.
Questa è invece la scalinata che conduce alla stazione, vista dal portone dell'ex albergo, proprio dietro il cartellone pubblicitario newblush.gif , che innova nella forma una tradizione di noleggio di femminee prestazioni che in altri tempi costituiva un tipico traffico locale di zona devill.gif .

user posted image
http://i41.tinypic.com/1417h4o.jpg

Per questa volta ... è tutto gratis winks.gif


--------------------
"silenter sub undis victoriam parat"

user posted image user posted image
PMEmail Poster
Top
de domenico
Inviato il Domenica, 01-Set-2013, 22:30
Quote Post





Gruppo: Special Guest
Messaggi: 3543
Utente Nr.: 7
Iscritto il: 25-Giu-2012



QUOTE (WinstonChurchill @ Mercoledì, 28-Ago-2013, 22:53)
Anche quest'anno, in occasione del 69° anniversario dalla morte, avrei voluto ricordare la figura di Carlo Fecia di Cossato. Non avendo potuto soddisfare questo desiderio ieri lo faccio con un giorno di ritardo sfruttando la penna di Luciano Barca che nel suo bel volume "Buscando per mare con la Decima Mas" riporta un aneddoto molto curioso. Nel marzo del 1943 l'A. si trovava a La Spezia come ufficiale in seconda del sommergibile Ambra quando, nel corso di un bombardamento, incontrò il nostro Uomo a cui non difettava certo il sangue freddo:

user posted image

L'incrocio dove si incontrarono oggi si presenta così:

user posted image

user posted image

Barca stimava molto Di Cossato del quale prese anche le difese nel corso di una "chiassosa manifestazione" organizzata contro di lui all'Arsenale di Taranto:

user posted image

Un libretto veramente istruttivo, anche se per un dirigente politico del PCI sarebbe stata una cosa impensabile pubblicare negli anni '70 e anche '80 un libro in cui si racconta la propria esperienza nella X MAS e si attribuisce un "indubbio carisma" a Junio Valerio Borghese. Non a caso è uscito postumo, mi pare ...

Nota a margine per gli error hunters: Barca attribuisce agli "uomini gamma" portati ad Algeri il 12 dic. 1942 dall'AMBRA del c.te Arillo, con lui ufficiale di rotta, il danneggiamento di un incrociatore e l'affondamento di 4 mercantili. In realtà, un solo, piccolo e vecchio mercantile norvegese affondato (BERTO, 1.493 grt/1918), e tre moderni mercantili britannici danneggiati, di cui uno gravemente (OCEAN VANQUISHER, 7.171 grt/1942, con la carena spezzata, salpato a rimorchio da Algeri per Orano il 25 luglio 1943, quindi dopo otto mesi, ma non riparato. Venduto come ctl ai CNR di Palermo e da questi rimesso in sesto solo nel 1946 come NEREO per la Soc. Ligure di Armamento), e due meno seriamente (EMPIRE CENTAUR, 7.041 grt/1942, salpato in convoglio da Algeri per Liverpool il 5 febbraio 1943; e HARMATTAN, 4.558 grt/1930, in convoglio da Algeri per Belfast 6 aprile 1943).

Messaggio modificato da de domenico il Lunedì, 02-Set-2013, 17:55


--------------------
user posted image user posted image
PMEmail Poster
Top
WinstonChurchill
Inviato il Domenica, 01-Set-2013, 23:06
Quote Post


Administrator


Gruppo: Admin
Messaggi: 3920
Utente Nr.: 1
Iscritto il: 22-Giu-2012



QUOTE
Un libretto veramente istruttivo, anche se per un dirigente politico del PCI sarebbe stata una cosa impensabile pubblicare negli anni '70 e anche '80 un libro in cui si racconta la propria esperienza nella X MAS e si attribuisce un "indubbio carisma" a Junio Valerio Borghese. Non a caso è uscito postumo, mi pare ...


Adesso ho capito dove volevi andare a parare: in effetti mi sembra un'ipotesi più che plausibile. Sono convinto che non ti lasceranno indifferente le sue considerazioni su Bergamini (nota a pag. 91) e quelle sul rapporto che legava gli inglesi ai maltesi (pag. 96) rolleyes.gif . Purtroppo le note in calce ai singoli paragrafi si "limitano" ad integrare il contenuto del diario più che a correggerne gli errori di apprezzamento con una revisione critica del testo. Rileggendo l'introduzione mi sono però convinto che questa scelta, almeno in parte, sia stata voluta da Barca per non alterare la genuinità dello scritto: "Ho cercato di toccare il meno possibile di ciò che ho cominciato a scrivere tanti anni fa anche se la tentazione di attenuare contraddizioni o spiegarle, modificare giudizi errati, alla luce di eventi storici successivi, è stata forte" (Pagg. 9 e 10). Peraltro anch'io lo avevo pescato in fallo laugh.gif : http://regiamarinaitaliana.forumgratis.org...?&showtopic=635


--------------------
“Success is the ability to go from one failure to another with no loss of enthusiasm”

user posted image user posted image
PMEmail Poster
Top
Miky
Inviato il Lunedì, 02-Set-2013, 17:10
Quote Post





Gruppo: Admin
Messaggi: 2050
Utente Nr.: 10
Iscritto il: 01-Lug-2012



Che Di Cossato fosse un grande uomo lo si capisce anche dalla sua capacità di riconoscere l'errore chiedendo scusa. Per quanto riguarda l'Hotel Concordia, dopo avere ringraziato il Sig. Incles per le preziose informazioni, non posso che riconoscere la sconfitta sad.gif : non ci sono sufficienti informazioni per stabilire a quale "angolo" si siano incontrati.


--------------------
user posted image user posted image
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Reply to this topicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 0.5723 ]   [ 23 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]