Benvenuto Visitatore ( Connettiti | Registrati )


  Reply to this topicStart new topicStart Poll

> Nuovo iscritto, pilota ritirato
Franco B
Inviato il: Lunedì, 03-Ott-2016, 18:32
Quote Post





Gruppo: Members
Messaggi: 3
Utente Nr.: 166
Iscritto il: 28-Set-2016



Buonasera, ringrazio per essere stato ammesso.
Pur non essendo stato in marina, ero un pilota di aeroplano e sono andato in pensione con l'Alitalia, mio padre prestò servizio come S.T.V. durante la guerra.
Era comandante nella marina mercantile e il suo primo imbarco appena finito il nautico a Bari avvenne su uno degli ultimi Clipper. Anni '20-'30.
Durante la guerra fu imbarcato su caccia e poi gli fu affidata una motozattera. Imbarcato anche come comandante su un vapore armato fece scorta in Mediterraneo a numerosissimi convogli. Decorato. Proprio per via delle motozattere però mi sono interessato a questo forum. Cercando notizie di questi mezzi di cui mi parlava quando ero bambino. Magari risulta ancora da qualche parte. La sua avventura finì in Germania internato e l'ultimo campo fu Bergen Belsen. Liberato dagli americani ne conservò per il resto della vita una grande stima.
Innamorato del mare e di qualsiasi cosa portasse un'elica o una vela questa iscrizione è dedicata a lui, Piero Belmonte (pierino).
Buon vento a tutti,
Franco
PMEmail Poster
Top
Nelson
Inviato il: Lunedì, 03-Ott-2016, 19:20
Quote Post





Gruppo: Members
Messaggi: 964
Utente Nr.: 5
Iscritto il: 24-Giu-2012



benvenuto a bordo Franco. i "muli del mare" così venivano chiamate le motozzattere hanno svolto un ruolo molto importante nel corso del secondo conflitto mondiale ed in condizioni spesso proibitive anche causa dello scarso armamento a.a. imbarcato. deve essere fiero di suo padre, ci voleva del fegato per navigare su quei gusci di noce winks.gif


--------------------
user posted image user posted image
PMEmail Poster
Top
Adv
Adv















Top
Miky
Inviato il: Lunedì, 03-Ott-2016, 23:03
Quote Post





Gruppo: Admin
Messaggi: 2050
Utente Nr.: 10
Iscritto il: 01-Lug-2012



Benvenuto Franco smile.gif . Conosce i nomi delle navi su cui prese servizio suo padre?


--------------------
user posted image user posted image
PMEmail Poster
Top
WinstonChurchill
Inviato il: Martedì, 04-Ott-2016, 22:05
Quote Post


Administrator


Gruppo: Admin
Messaggi: 3920
Utente Nr.: 1
Iscritto il: 22-Giu-2012



Ho trovato qualche informazione su suo padre. Mi ha incuriosito il fatto che sull'Annuario Ufficiale della Regia Marina (annate 1943-1944-1945-1946) risulti come Belmonte Pietro non Piero: si tratta di un refuso? Ascritto al Comando di Taranto, proveniva dal complemento. Classe 1904, nato sotto il segno dell'Acquario, nel 1943 risultava aver già conseguito una Croce di Guerra al Valor Militare. Nel 1946 risulta ancora STV con anzianità nel grado dal 29.08.1941. Mi piacerebbe, come suggerito da Miky (e naturalmente se le fa piacere) ricostruire la storia degli imbarchi di suo padre. Benvenuto a bordo e buon vento Franco.


--------------------
“Success is the ability to go from one failure to another with no loss of enthusiasm”

user posted image user posted image
PMEmail Poster
Top
Franco B
Inviato il: Mercoledì, 05-Ott-2016, 18:39
Quote Post





Gruppo: Members
Messaggi: 3
Utente Nr.: 166
Iscritto il: 28-Set-2016



QUOTE (WinstonChurchill @ Martedì, 04-Ott-2016, 21:05)
Ho trovato qualche informazione su suo padre. Mi ha incuriosito il fatto che sull'Annuario Ufficiale della Regia Marina (annate 1943-1944-1945-1946) risulti come Belmonte Pietro non Piero: si tratta di un refuso? Ascritto al Comando di Taranto, proveniva dal complemento. Classe 1904, nato sotto il segno dell'Acquario, nel 1943 risultava aver già conseguito una Croce di Guerra al Valor Militare. Nel 1946 risulta ancora STV con anzianità nel grado dal 29.08.1941. Mi piacerebbe, come suggerito da Miky (e naturalmente se le fa piacere) ricostruire la storia degli imbarchi di suo padre. Benvenuto a bordo e buon vento Franco.

MI farebbe piacere. Grazie. Pietro non Piero, mi è sfuggita la p forse perché tutti lo chiamavano Piero.
Tra me e mio padre c'erano 50 anni. Ricordo solo il nome di un mercantile, "Sidamo".
Credo abbia avuto dei richiami per non avere seguito volontariamente la rotta assegnata da Maripers, credo questo fosse l'ente evitando così aviazione inglese. Altre storie ma poche, era silenzioso. Non tanto il combattimento credo quanto il concentramento lo segnò. Ricordo molto vagamente l'amarezza nel raccontare di non avere partecipato alla battaglia di Pantelleria per mancanza di carburante. Un uomo fiero di essere italiano. Pratico e sofferente delle forme.
PMEmail Poster
Top
WinstonChurchill
Inviato il: Giovedì, 06-Ott-2016, 09:08
Quote Post


Administrator


Gruppo: Admin
Messaggi: 3920
Utente Nr.: 1
Iscritto il: 22-Giu-2012



Se riuscisse a recuperare il foglio matricolare di suo padre avremmo la possibilità di ricostruire tutti i suoi imbarchi (almeno sino all'8 settembre del 1943). Qualora non lo avesse e desideri recuperarlo potrà scrivere a PERSOMIL al seguente indirizzo:

MINISTERO DELLA DIFESA
DIREZIONE GENERALE DEL PERSONALE MILITARE
5° REP. 11a DIV. 4a SEZ.
Viale dell'Esercito, 186 - 00143 ROMA



alla domanda, in cui dovrà indicare tutti idati anagrafici relativi a suo padre (nome, cognome, luogo e data di nascita), dovrà allegare una copia della sua carta d'identità e due marche da bollo da 0.29 cent. L'indicazione delle rotte da seguire proveniva da Supermarina o dai Comandi dipendenti non da Maripers, che si occupava del personale della Regia Marina ora Marina Militare. Ho trovato un po' di informazioni interessanti sul Sidamo (ex Kurt Woermann, ex Lagos, ex Eudora): le verifico su altre fonti e poi pubblicherò qui i risultati della ricerca smile.gif .


--------------------
“Success is the ability to go from one failure to another with no loss of enthusiasm”

user posted image user posted image
PMEmail Poster
Top
WinstonChurchill
Inviato il: Sabato, 08-Ott-2016, 01:19
Quote Post


Administrator


Gruppo: Admin
Messaggi: 3920
Utente Nr.: 1
Iscritto il: 22-Giu-2012



Spero mi perdonerà se pubblico il materiale a rate ma il lavoro non mi da tregua. Questa è la motivazione della Croce di Guerra al Valor Militare:

“In comando di unità, operante in zona avanzata, fatto segno in navigazione ed in porto a violenti attacchi aerei nemici, reagiva con le armi di bordo prontamente e con serena noncuranza del pericolo e contribuiva efficacemente a contrastare l’offesa nemica portando a termine la missione affidatagli” (P.fo Bronte – Mediterraneo Orientale, luglio – settembre 1942. Det. Del 1° novembre”).

Domani pubblicherò i dati sul Sidamo e, spero, sul Bronte


--------------------
“Success is the ability to go from one failure to another with no loss of enthusiasm”

user posted image user posted image
PMEmail Poster
Top
WinstonChurchill
Inviato il: Domenica, 09-Ott-2016, 11:47
Quote Post


Administrator


Gruppo: Admin
Messaggi: 3920
Utente Nr.: 1
Iscritto il: 22-Giu-2012



Sidamo (ex Kurt Woermann, ex Lagos, ex Eudora)

Costruita su commessa della Woermann Linie G.m.b.H. dai cantieri Blohm & Voss di Amburgo (Cost. 111) questa nave da carico venne varata, con il nome di Kurt Woermann il 20.07.1895. Completato l’allestimento entra in linea il 24.08.1895. Internata a Las Palmas nell’agosto del 1914 viene assegnata, il 20.06.1919, al Governo Francese in conto riparazione danni di guerra. Riacquistata nel gennaio del 1922 dalla Woermann Linie G.m.b.H. a partire dall’8.08.1924 assume il nuovo nome di Lagos. Noleggiato il 4.12.1924 dalla Deutsche Levante Linien, viene ceduta, il 20.12.1927, alla Società di Navigazione Neptunia che la ribattezza Eudora e la iscrive al compartimento marittimo di Genova con matricola GE1509. Dopo un piccolo incidente occorsole nel 1931 mentre tenta di risalire il corso del Douro nel 1937 (secondo altra fonte nel 1938) inizia a solcare i mari sotto le insegne della compagnia Servizio Italo-Portoghese S.A.sempre di Genova. Successivamente, probabilmente negli anni ’40, viene venduta all’armatore Umberto Weighert che la iscrive al compartimento marittimo di Messina con matricola Me43. La nave durante il secondo conflitto mondiale non risulta essere stata requisita dalla Regia Marina né iscritta nel ruolo del naviglio ausiliario dello Stato. Venne affondata nel porto di Milazzo alle 15.35 del 27.03.1943 dal Smg. Inglese Sahib. Fonti locali riferiscono che il battello aggirò le ostruzioni retali del porto silurando il Sidamo mentre si trovava ormeggiato alla “banchina di largo dei Mille”. Successivamente venne recuperato e demolito.

Un'immagine del Sahib tratta dal sito dell'IWM:

user posted image
Crediti: http://www.iwm.org.uk/collections/item/object/205121433

A quanti potesse interessare segnalo che sul sito dell’Imperial War Museum è disponibile un’intervista rilasciata da John Henry Bromage comandante del Sahib dalla fine del 1942 all’aprile del 1943: http://www.iwm.org.uk/collections/item/object/80009968


--------------------
“Success is the ability to go from one failure to another with no loss of enthusiasm”

user posted image user posted image
PMEmail Poster
Top
Nelson
Inviato il: Domenica, 09-Ott-2016, 11:54
Quote Post





Gruppo: Members
Messaggi: 964
Utente Nr.: 5
Iscritto il: 24-Giu-2012



se non erro il Sahib nel 1942 silurò anche il piroscafo Scillin carico di prigionieri alleati


--------------------
user posted image user posted image
PMEmail Poster
Top
Franco B
Inviato il: Giovedì, 13-Ott-2016, 15:09
Quote Post





Gruppo: Members
Messaggi: 3
Utente Nr.: 166
Iscritto il: 28-Set-2016



Grazie, appena possibile andrò. Abito a una cinquantina di km. sul lago di Bracciano.
Spero anche di trovare le carte dove è riportato il periodo di comando del Sidamo. Mi vennero in mano tanto tempo fa, per questo ricordo il nome.
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 1 (1 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Reply to this topicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 0.2627 ]   [ 19 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]